news
news del 18.03.2015
Versione stampabile Invia per email

Il report della Regata Nazionale 420 a Vada

La grande vela è tornata a Vada (LI) per celebrare i 40 anni della fondazione del Circolo Velico Pietrabianca, società che in quattro decenni di attività ininterrotta ha assunto con merito un posto d'onore nella vela italiana ed europea. Dopo il raduno tecnico della settimana scorsa della Federazione Italiana Vela - che ha impegnato 20 equipaggi della classe 420 - con venerdì 13 marzo si è assistito all’inizio vero e proprio delle regate nazionali, che per la stagione 2015 terranno occupata la formazione giovanile, di cui l’Italia è Campione del Mondo con un equipaggio femminile. Quasi 250 gli atleti iscritti, provenienti da tutta Italia, cui si sono aggiunti dieci team spagnoli, che hanno scelto il livello tecnico del campo di regata di Vada per la prima delle regate nazionali 420, evento organizzato con il Patrocinio del Comune di Rosignano Marittimo, dal Circolo Velico Pietrabianca, Circolo Nautico Vadese e Circolo Nautico Livorno, in collaborazione con il consorzio Circoli Velici Costa degli Etruschi
109 gli equipaggi delle due batterie che si sono sfidate nelle due regate previste il venerdì 13, con condizioni meteo buone ma caratterizzate da vento instabile di Ponente attorno ai 6 nodi di intensità, con salti anche di 30 gradi. Alle ore 12 il presidente del Comitato di Regata, Walter Ghezzi, ha dato ordine di issare l'intelligenza per vento debole. Dopo circa un'ora, il via: la flotta dei gialli è partita bene e pulita, mentre la flotta blu – forse per la lunga attesa – si è fatta carico di 15 bandiere nere. Incerta la seconda prova in programma per la giornata, a causa di un vento instabile e in calo da 6 fino a poco più di 2 nodi. Dopo un primo tentativo di partenza e un salto di vento di più di 30 gradi, il Comitato ha deciso di sospendere le procedure, riposizionare il campo di regata e far slittare la seconda prova al giorno successivo.
Il sabato, a causa di un vento debole e instabile che non ha permesso di posizionare un campo di regata credibile durante la mattinata, la prima prova è partita nel primo pomeriggio con vento abbastanza regolare. Durante la seconda prova, i cali di vento sono stati piuttosto notevoli, tali da far ragionare il Comitato di Regata su una riduzione del percorso. Un leggero rinforzo ha tuttavia permesso di finire le regate in programma poco prima del tramonto, con il tracciato regolare.
Nel terzo ed ultimo giorno di regata il presidente del Circolo Velico Pietrabianca, Andrea Leonardi, a seguito di un'allerta meteo che il circolo ha ricevuto dalla prefettura di Livorno sabato pomeriggio, e convocati i presidenti CdR e CdP (Ghezzi e D'Amico), ha comunicato poco dopo le ore 9 la volontà di non far scendere le barche in acqua, condivisa dai due presidenti; molti regatanti ed allenatori si sono tuttavia consolati uscendo in mare in allenamento.
Al termine del primo fine settimana di regate nazionali, la classifica vede dunque l'equipaggio di Carlotta Omari e Francesca Russo Cirillo (CNT Sirena e Società Velica Barcola Grignano) al primo posto, quello di Jacopo Rizzi e Matteo Barison (LNI Venezia) al secondo e il duo Mattia Panigoni e Riccardo Mirra (Yacht Club Italiano) al terzo. Il primo equipaggio U17 Maschile è costituito da Edoardo Ferraro e Francesco Orlando (YC Sanremo) mentre il primo equipaggio U17 Femminile è costituito da Jana Germani e Sara Zuppin (CNT Sirena).

La prossima tappa della stagione 420, quella pasquale, si terrà a Crotone dal 3 al 6 aprile.

Prenotazione Libri Giunti-FIV

Convenzioni

Progetto Velascuola

Progetto Velascuola