federvela.it
news del 28.01.2015
Versione stampabile Invia per email

Seconda giornata di regate all'ISAF World Cup di Miami

Condizioni ideali nella Baia di Biscayne per la seconda giornata di regate dell’ISAF Sailing World Cup di Miami: dopo il vento forte e i temporali del primo giorno, ieri uno splendido sole e una brezza di media intensità hanno accompagnato gli 848 velisti impegnati in questa tappa statunitense della Coppa del Mondo delle classi olimpiche e paralimpiche. Protagonisti del giorno, per quanto riguarda gli azzurri, i giovani Daniele Benedetti e Mattia Camboni, vincitori di una prova ciascuno nella tavola a vela RS:X maschile, e l’equipaggio dello Skud 18 formato da Marco Gualandris e Marta Zanetti (1-2 di giornata). A seguire, i risultati classe per classe.

Nacra 17 (49 barche, 6 prove disputate)
Dopo sei regate, sono due gli equipaggi italiani nella top ten: Vittorio Bissaro-Silvia Sicouri (2-2-4-30-3-10) sono terzi e Lorenzo Bressani-Giovanna Micol, grazie a una giornata eccellente (3-6-11), risalgono fino alla decima posizione. Al vertice, si mantengono sempre i neozelandesi Jones-Saunders, mentre il terzo equipaggio azzurro, quello formato da Federica Salvà e Francesco Bianchi, è 29mo.

49er (58 barche, 6 prove disputate)
Gli spagnoli Botin-Lopez Marra mantengono la leadership, allungando sugli inseguitori, mentre dietro di loro la classifica continua ad essere molto corta. Gli italiani: Ruggero Tita-Giuliano Carotti sono undicesimi (14-6-5-11-4-23), Luca Dubbini-Roberto Dubbini, ieri vincitori dell’ultima prova del giorno, sono 15mi, Giuseppe Angilella-Pietro Zucchetti 21mi, Stefano Cherin-Andrea Tesei 30mi e Jacopo Plazzi-Umberto Molineris 31mi.

49er FX (40 barche, 5 prove disputate)
Quattro le prove disputate ieri dalle ragazze degli FX e acuto finale delle azzurre Giulia Conti-Francesca Clapcich, che chiudono l’ultima regata del giorno al secondo posto e riescono a risalire fino alla 13ma posizione della classifica provvisoria (DNC-16-12-29-2). In testa le neozelandesi Maloney-Meech, davanti alle brasiliane Soffiatti Grael-Kunze.

RS:X M (66 tavole, 6 prove disputate)
Giornata fantastica per i giovani azzurri della tavola maschile, con vittorie parziali sia di Daniele Benedetti che di Mattia Camboni: Benedetti è così quinto in classifica (5-4-5-1-21-3), mentre Camboni è 13mo (11-17-3-7-1-19). Al comando troviamo sempre il francese Louis Giard, mentre gli altri due italiani occupano la 25ma pazza con Marco Baglione e la 31ma con Federico Esposito.

RS:X F (37 tavole, 5 prove disputate)
Nella giornata che ha nell’inglese Shaw la nuova leader della classifica, Flavia Tartaglini scala al quinto posto (2-3-7-12-10), Laura Linares è 13ma, mentre le due giovani azzurre Marta Maggetti e Veronica Fanciulli risalgono di qualche posizione: la Maggetti, terza nell’ultima prova del giorno, è 15ma e la Fanciulli 18ma.

Finn (40 barche, 4 prove disputate)
L’inglese Giles Scott continua a dominare tra i Finn ed è primo con i parziali 1-1-1-5: Michele Paoletti è 14mo (15-6-16-14), Giorgio Poggi 16mo e Lanfranco Cirillo 32mo.

Laser Standard (111 barche, 5 prove disputate)
Giornata difficile per gli italiani del Laser, a parte gli acuti di Marco Gallo (un terzo) e Giovanni Coccoluto (un quinto): se in testa alla classifica troviamo il fenomenale brasiliano Robert Scheidt, gli azzurri occupano il 25mo posto con Alessio Spadoni, il 26mo con Gallo, il 30mo con Francesco Marrai, il 36mo con Coccoluto e il 41mo con Michele Benamati.

Laser Radial (80 barche, 4 prove disputate)
La danese Rindom piazza due primi di giornata e balza in testa alla classifica provvisoria dei Radial: Silvia Zennaro scende fino al 22mo posto (6-10-14-15), Laura Cosentino, ottima sesta nella prima prova del giorno, è 35ma, Martha Faraguna è 37ma e Joyce Floridia (un ottavo ieri) 38ma.

470 M (45 barche, 4 prove disputate)
Grazie a due vittorie di giornata, i greci Mantis-Kagialis si portano al comando della classifica, mentre gli italiani Simon Sivitiz Kosuta-Jas Farneti perdono qualche posizione e sono 17mi (7-12-23-36) dopo un totale di quattro prove; 36ma posizione per i giovani Matteo Pilati-Francesco Rubagotti.

470 F (31 barche, 4 prove disputate)
Le azzurre Elena Berta-Giulia Paolillo e Roberta Caputo-Alice Sinno occupano rispettivamente la 22ma e 23ma posizione nella classifica che ha nelle neozelandesi Aleh-Powrie le leader, seguite dalle inglesi Mills-Clark.

Skud 18 (8 barche, 4 prove disputate)
Splendida giornata per Marco Gualandris e Marta Zanetti, che ottengono una vittoria e un secondo posto nelle due regate disputate dagli Skud 18, risultati che consentono agli azzurri di risalire fino al secondo posto della classifica provvisoria, a un solo punto dagli australiani Fitzgibbon-Tesch.

Prenotazione Libri Giunti-FIV

Convenzioni

Assicurazioni Tesserati